Tempi di recupero dopo protesi d'anca mininvasiva

In media i tempi di recupero dopo un intervento di protesi d'anca variano da 2 a 12 settimane. La grande variabilità è legata al tipo chirurgia utilizzata e se questa viene associata a procedure di recupero veloce, altri fattori come la condizioni fisiche prima dell'intervento o altre malattie possono interferire con i tempi del recupero. Chiaramente il livello di attività che si vuole raggiungere è legato al tempo.

 Tempi di recupero Protesi anca mininvasiva bikini

Si distinguono principalmente 3 fasi di recupero dopo protesi d'anca:

- PRIMA FASE: ripresa delle attività della vita quotidiana, come alzarsi autonomamente dal letto o dalla sedia, camminare, andare in bagno e fare le scale. 

In questa fase gioca un ruolo fondamentale la chirurgia mininvasiva (con il massimo rispetto dei muscoli e dei tendini, le scarsissime perdite di sangue, l'assenza del drenaggio e del catetere), a questa si associano le anestesie moderne (locali ecoguidate e spinali rapide), la gestione del digiuno prima  e dopo l'intervento e il grosso lavoro di fisioterapisti e infermieri appena rientrati nella camera di degenza.

Nel nostro centro di protesi d'anca mininvasiva dopo circa 2-3 ore dall'intervento la persona operata di protesi d'anca si alza in modo autonomo dal letto e riprende a camminare, può già andare in modo autonomo in bagno. Il giorno successivo al'intervento cammina liberamente nel raparto di ortopedia e viene istruito a fare le scale. Verificato con esami ematici la stabilità clinica, 2-3 giorni dopo l'intervento può rientrare a casa sua in auto da passeggero. Spesso alla dimissione molte persone hanno già abbandonato una stampella.

Continuerà progressivamente a migliorare a casa, con l'aiuto del fisioterapista 1-2 volte alla settimana, ed in genere dopo circa 15-20 giorni abbandonerà anche la seconda stampella e riuscirà a fare camminate di media lunghezza. Quando avrà abbandonato stabilmente anche la seconda stampella potrà riprendere la guida.

- SECONDA FASE: ripresa della vita lavorativa non pesante e di svago. 

In questa fase gioca un ruolo fondamentale l'osteointegrazione della protesi, vale a dire che la protesi diventa un tutt'uno con il fisico. E' un processo che in genere impiega da 1 a 3 mesi e spesso viene avvertito come un senso di indolenzimanto alla coscia.

Si consiglia in questo periodo di fare comunque vita "tranquilla" e di non esagerare con camminate e strapazzi fisici

- TERZA FASE: ripresa dell'attività lavorativa pesante e dello svago.

Superati i 3 mesi dall'intervento, se le condizioni cliniche sono buone, è possibile riprendere gradualmente anche i lavori pesanti e le attività fisiche sportive idonee.

Dott. Andrea Blasi

 

Informazioni aggiuntive