Anestesia locale nella protesi d'anca mininvasiva

Continuano i nostri progressi nell'applicazione dell'anestesia locale nella protesi d'anca mininvasiva anteriore.

L'importante rivista scientifica internazionale Journal of Anesthesia ha infatti pubblicato il nostro lavoro sull'innovativa anestesia locale Sandri-Blasi nella protesi d'anca.

PROTESI ANCA Anestesia Locale FB

 Grazie infatti all'associazione del PENG block (PEricapsular Nerv Group) sotto guida ecografica e della LIA (Local Infiltration Analgesia) è possibile eseguire l'intervento di protesi d'anca minvasivo anteriore in anestesia locale.

vantaggi della anestesia locale sono molteplici: dolore postoperatorio praticamente assente, autonomia immediata in termini di ripresa della vita quotidiana, perdite di sangue minime, degenza in ospedale molto breve, assenza degli effetti collaterali dell’anestesia generale (nausea e vomito) e dell’anestesia spinale (ritenzione urinaria con necessità di catetere, ipotensione posturale).

Questo vuol dire in termini pratici che non viene alterata la capacità di camminare (si cammina da subito), la capacità di respirare (si respira sempre in modo spontaneo), la possibilità di mangiare (non ci sono restrizioni al pasto), la funzione urinaria (non serve il catetere).

Tutto questo favorisce un recupero più veloce e un più precoce rientro alla vita quotidiana e lavorativa.

Dott Andrea Blasi

 

Protesi danca in anestesia locale link

 

Protesi danca mininvavica convenzionata con FASI

Informazioni aggiuntive