L'Artrosi dell'Anca

Cos'è l'Artrosi d'Anca: Definizione

L'artrosi dell'anca è una malattia degenerativa caratterizzata da un progressivo danno della cartilagine fino a lasciare “scoperte” le superfici articolari. Si tratta di una patologia molto diffusa, infatti, ad essere colpite più frequentemente d'artrosi d'anca sono le persone sopra i 50 anni. Inoltre, al danno della cartilagine si può associare anche la formazione di osso esuberante, in questo caso parliamo di artrosi d'anca deformante.

Leggi tutto l'articolo

I Sintomi dell'Artrosi d'Anca

L’artrosi dell’anca (coxartrosi) è caratterizzata da un dolore sordo in regione inguinale e/o glutea, che si aggrava con la stazione eretta prolungata o con lo sforzo, con il tempo tende ad estendersi venendo riferito anche alla coscia ed al ginocchio.

Leggi tutto l'articolo

Le Cause di Artrosi d'Anca

Negli ultimi 10-15 anni le conoscenze sui disturbi dell'anca hanno avuto un incremento notevole. In molte persone la loro artrosi dell'anca veniva definita PRIMARIA, cioè che le cause non erano conosciute, e spesso veniva considerata un "invecchiamento precoce".

 Con lo sviluppo dell'artroscopia (che permette di studiare l'articolazione dall'interno), il sempre maggior utilizzo della risonanza magnetica e la sempre più facile condivisione delle informazioni (congressi, internet, affiancamenti, ecc..), oggi nella maggior parte dei casi si riescono ad individuare i fattori che hanno causato l'artrosi d'anca o l'hanno favorita.

Leggi tutto l'articolo

Le Cure dell'Artrosi d'Anca

Le cure dell'artrosi d'anca nelle forme primarie si avvalgono, inizialmente, di consigli di carattere generale:

  • riduzione del peso corporeo
  • riduzione dei carichi lavorativi (quando possibile) e variazione dello sport
  • eseguire la ginnastica dolce (meglio se in assenza di carico come Cyclette o ginnastica in acqua), con lo scopo di mantenere l’elasticità e il tono muscolare per ridurre o ritardare la rigidità articolare.

Il peso corporeo peggiora i disturbi nell'artosi d'anca in due modi: sia per il sovraccarico meccanico che deve subire la cartilagine, sia perchè le cellule del tessuto adiposo (le cellule del "grasso") liberano delle sostanze che facilitano l'infiammazione (adipochine). Questa infiammazione agisce a livello dei tendini e delle strutture periferiche all'anca determinando il dolore e a livello della cartilagine rendendola più debole (attraverso degli enzimi litici).

Leggi tutto l'articolo

Informazioni aggiuntive