Cos'è l'Artrosi d'Anca: Definizione

L'artrosi dell'anca è una malattia degenerativa caratterizzata da un progressivo danno della cartilagine fino a lasciare “scoperte” le superfici articolari. Si tratta di una patologia molto diffusa, infatti, ad essere colpite più frequentemente d'artrosi d'anca sono le persone sopra i 50 anni. Inoltre, al danno della cartilagine si può associare anche la formazione di osso esuberante, in questo caso parliamo di artrosi d'anca deformante.

Da un punto di vista anatomico nell'artrosi d'anca il danno nasce progressivamente della cartilagine articolare a cui segue il rimaneggiamento dell'osso con deformità e formazione di osso esuberante (artrosi deformante). Inoltre si determina la retrazione delle strutture capsulo-legamentose che limitano il movimento (rigidità articolare). Tutto questo conduce alla degenerazione dell’articolazione propria dell'artrosi d'anca.

Nell'artrosi dell'anca la prosecuzione del danno alla cartilagine, la deformazione articolare e la retrazione dei tessuti determina, da un punto di vista clinico, dolore sia durante il movimento ma anche a riposo e la rigidità articolare progressiva, che porta per esempio a rendere difficoltoso anche allacciarsi le scarpe.

(Vedi sezioni dedicate alle Cause dell'artrosi anca e Sintomi dell'artrosi anca).

 

Dott. Andrea Blasi (leggi informazioni)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Informazioni aggiuntive